Concluso il "Progetto Martina" 2014

 

Coinvolti 400 studenti di sei istituti superiori di Vercelli


Si è concluso per quest’anno il Progetto Martina del Lions Club, studiato per informare gli adolescenti sulle malattie tumorali e sulla loro prevenzione.

Il corso era strutturato su due incontri durante i quali alcuni medici hanno fornito a studenti delle classi seconde, terze e quarte di sei istituti superiori della città informazioni sui tumori più diffusi, sui metodi per la diagnosi precoce e sulla necessità di adottare un corretto stile di vita, grazie al quale si può ridurre di molto la possibilità di essere colpiti da un tumore.

I principali comportamenti a rischio da evitare sono il fumo, la dieta povera di vegetali, gli alcolici, la sedentarietà, l’uso di droghe, l’eccessiva esposizione al sole. Con un piccolo sacrificio si può acquisire fin da giovani una cultura della prevenzione che ci consente di conservare nel tempo quel prezioso capitale che è la nostra salute.

Al progetto, che va avanti da tre anni, hanno collaborato anche i docenti referenti per la salute dei vari istituti, l’A.S.L., la Lega Tumori e i dottori Tullio Silvestri (dermatologo e coordinatore), Alberto Pollone (medico del lavoro), Pier Giuseppe Fontanini (odontoiatra), Nicoletta Vendola e Rodolfo Caldarella (ginecologi), Ezio Barasolo (urologo), Domenico Manachino (oncologo).

Sono state coinvolte sei scuole superiori della città (liceo classico “Lagrangia”, liceo scientifico “Avogadro”, istituto tecnico “Cavour”, istituto professionale per il commercio “Lanino”, liceo artistico, linguistico e delle scienze umane “Rosa Stampa”, istituto tecnico I.P.S.I.A. “Lombardi”) per un totale di 400 studenti, che nel questionario di gradimento hanno espresso un giudizio largamente positivo su un’iniziativa che, ampliandone la cultura sanitaria, li rende più forti e consapevoli nella lotta contro le malattie.