Inaugurata alla Procura di Vercelli l'aula per l'ascolto dei minori

 

Grazie a un service comune di Lions e Soroptimist acquistate le dotazioni tecniche per allestire un'aula per l'ascolto di minori sottoposti ad abusi o testimoni di reati vari.


Si è tenuta mercoledì 30 giugno presso la Procura della Repubblica di piazza Amedeo IX 6 a Vercelli una conferenza stampa nella quale due club di servizio della città, Lions e Soroptimist, hanno comunicato alla cittadinanza di aver donato le attrezzature tecnologiche per l’allestimento di un’aula per l’ascolto dei minori vittime di abusi  o testimoni di altri reati. Il locale, situato all’interno  dell’edificio della procura, è dotato di P.C., telecamera mobile, videoregistratore ed è collegato in wi-fi con un monitor posto in un’altra stanza nella quale altri inquirenti possono seguire in tempo reale l’interrogatorio.

Il procuratore capo Dott. Paolo Tamponi ha ringraziato i due club per questa donazione, che consente alla Procura di Vercelli di adeguarsi, tra le prime in Italia, alle nuove norme di diritto processuale.

La Dott.sa Serafina Aceto, sostituto procuratore e magistrato del tribunale per i minorenni, ha affermato che nell’iter processuale  l’acquisizione della testimonianza di un minore vittima di un crimine è un momento cruciale nel quale spesso si raccoglie la prova decisiva, alla quale si giunge grazie alla sensibilità umana  degli inquirenti e al clima favorevole creato da un ambiente accogliente. Occorre dunque evitare che una stanza austera, asettica e spersonalizzante possa  contribuire a indurre nel testimone, già traumatizzato per quanto gli è accaduto, una vittimizzazione secondaria. La nuova aula di ascolto è stata realizzata con questi criteri ed è un luogo in cui si può lavorare col sorriso.

La presidente del Soroptimist Ketty Politi ha ricordato che le aule di ascolto per minori rientrano in un progetto nazionale del Soroptimist. A Vercelli l’idea è partita lo scorso anno dal Lions Club sotto la presidenza di Serenella Ferrara, è stata condivisa con entusiasmo dal club femminile e dall’attuale presidente Lions Piero Volpiano, che si è detto compiaciuto per questa iniziativa di utilità sociale, magari un po’ di nicchia, realizzata i collaborazione.

Gli intervenuti (magistrati, giornalisti e soci dei due club) hanno poi visitato, con la supervisione di Nadia Barbieri, sovrintendente Capo  dell’Ufficio Minori della Polizia di Stato, il locale per le audizioni.